ANIApedia
Centro di documentazione sulla sicurezza stradale
Percorsi
N_P_IT_2021_L_156_00Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 10 settembre 2021, n. 121, recante disposizioni urgenti in materia di investimenti e sicurezza delle infrastrutture, dei trasporti e della circolazione stradale, per la funzionalita' del Ministero delle infrastrutture e della mobilita' sostenibili, del Consiglio superiore dei lavori pubblici e dell'Agenzia nazionale per la sicurezza delle infrastrutture stradali e autostradali.
LivelloPaesi dell'Unione Europea (P)
Documenti
PaeseItalia (IT)
Anno2021
Soggetto PromotoreGoverno Italiano (GovIT)
Tipologia / AbbreviazioneLegge (L)
TitoloConversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 10 settembre 2021, n. 121, recante disposizioni urgenti in materia di investimenti e sicurezza delle infrastrutture, dei trasporti e della circolazione stradale, per la funzionalita' del Ministero delle infrastrutture e della mobilita' sostenibili, del Consiglio superiore dei lavori pubblici e dell'Agenzia nazionale per la sicurezza delle infrastrutture stradali e autostradali.
Numero156
Data11 settembre 2021
Caratteri e fattori di interesseLa legge 156/2021 ha come oggetto la Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 10 settembre 2021, n. 121, recante disposizioni urgenti in materia di investimenti e sicurezza delle infrastrutture, dei trasporti e della circolazione stradale, per la funzionalità del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, del Consiglio superiore dei lavori pubblici e dell'Agenzia nazionale per la sicurezza delle infrastrutture stradali e autostradali. La norma introduce novità in merito al Codice della Strada e alle principali regole di sicurezza stradale, in particolare: divieto dell'uso del tablet mentre si guida; aumento delle sanzioni per chi parcheggia senza avere il contrassegno nelle aree riservate ai veicoli delle persone disabili; opportunità per i sindaci di disporre di parcheggi riservati alle donne in gravidanza e a genitori con figli di età non superiore a 2 anni; estensione del divieto di sosta alle aree dedicate alla ricarica dei veicoli elettrici; obbligo di dare la precedenza, rallentando o fermandosi, ai pedoni che stanno per accingersi a un attraversamento pedonale; aumento delle sanzioni per chi getta i rifiuti dal finestrino; divieto di qualsiasi forma di pubblicità su strade e veicoli con contenuto sessista o che proponga messaggi violenti o discriminatori; validità del foglio rosa estesa a un anno con possibilità di effettuare la prova pratica per 3 volte; opportunità di ricorso al prefetto per atti di contestazione di infrazioni del codice della strada può essere effettuato anche per via telematica attraverso la posta elettronica certificata. Inoltre, in merito ai monopattini elettrici è stata prevista: la riduzione del limite di velocità da 25 a 20Km/h, il divieto di circolare sui marciapiedi, salvo la conduzione a mano, e il divieto di parcheggiare sui marciapiedi al di fuori delle aree individuate dai Comuni; confermato l'obbligo del casco per i minorenni; obbligo di segnalatore acustico e di un regolatore di velocità dal 1 luglio 2022, adeguamento dei mezzi già in circolazione entro il 1 gennaio 2024; confisca del mezzo per chi circola con un monopattino manomesso.
Versione stampabile